Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa.
Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Baldino da Surso - Coro del Duomo di Asti Cripta della chiesa di San Giovanni

Evangelo secondo Luca dalla parte degli esclusi

Da Venerdì 29 Settembre 2017
a Domenica 22 Ottobre 2017
Tipo di evento: Archivio Eventi

EVANGELO SECONDO LUCA DALLA PARTE DEGLI ESCLUSI

Mostra personale
Inaugurazione: Venerdì 29 settembre, ore 17

Venerdì 29 settembre alle ore 17, in occasione del 500° anniversario della Riforma Luterana, sarà inaugurata la mostra “Evangelo secondo Luca dalla parte degli esclusi” di Armando Brignolo; insieme all’autore, dialogheranno sulle opere in mostra Luigi Berzano e Stefano Zecchino. L’esposizione rientra nel progetto di quadrante 2017 di Città e Cattedrali “Declinazioni d’Arte ai tempi della Riforma” che vede coinvolte le diocesi di Asti, Acqui, Alessandria, Casale e Tortona. Il Progetto Città e Cattedrali è ideato da FONDAZIONE CRT e dalla Consulta Regionale per i Beni Culturali Ecclesiastici.

Il progetto espositivo propone una serie di opere realizzate da Brignolo alla fine degli anni ’70 del secolo scorso per il suo volume “Evangelo secondo Luca dalla parte degli esclusi”, pubblicato a Torino nel 1979 dalla Cooperativa Edizioni di Tempi di Fraternità. Le tavole costituiscono un percorso di riflessione su passi significativi del Vangelo di Luca scelti dall’autore e interpretati con la tecnica del collage: opere di grandi artisti del passato come Giotto, Raffaello, Michelangelo, Bruegel dialogano con le foto dei settimanali di attualità dell’epoca. E queste foto ci raccontano gli anni della guerra nel Vietnam, delle fabbriche occupate, dell’emancipazione femminile, della presa di coscienza degli aspetti più alienanti del Capitalismo.

Dice l’autore a proposito della sua opera: «L’accostamento, o meglio la sovrapposizione, tra l’iconografia classica e le immagini di una tragica realtà del nostro tempo, ha il compito di sottolineare la continuità della storia, della lotta degli uomini contro l’ingiustizia che oggi come al tempo del Cristo determina dure condizioni di vita: il Cristo morto, raffigurato da Giotto nella Cappella degli Scrovegni, prefigura la sorte del vietnamita martoriato, del patriota che muore per la libertà del suo paese».

Il libro di Brignolo, di cui alcune copie saranno presenti in mostra, vanta la presentazione di Ernesto Treccani e interventi di Davide Lajolo, Valerio Miroglio e Luigi Berzano. Nel suo testo, Lajolo scrive: «Senti il bisogno di spiegarti tutto, di spiegare a te stesso le tue contraddizioni e le contraddizioni degli altri. E Brignolo comincia a scrivere sul grande dissenso di Lutero. Di qui la partenza per Brignolo alla lettura, allo studio offerto dai grandi temi, dalle dottrine che hanno sconvolto e mutato il volto al mondo, soprattutto quelle che hanno posto l’uomo al centro dell’universo considerandolo il materiale più prezioso».


La mostra, organizzata dal Museo Diocesano San Giovanni, è curata da Armando Brignolo e Stefano Zecchino. Resterà aperta al pubblico da sabato 30 settembre a domenica 22 ottobre 2017 con il seguente orario: venerdì ore 16-19, sabato e domenica 9,30-13 / 16-19, nei restanti giorni della settimana su prenotazione.

Per tutta la durata dell’evento l’ingresso al Museo Diocesano sarà con offerta libera.

Luogo : Spazio San Giovanni, via Natta 36, Asti
Contatto : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

indietro