Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa.
Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Baldino da Surso - Coro del Duomo di Asti Cripta della chiesa di San Giovanni
Visualizza per anno Visualizza per mese Visualizza per settimana Visualizza oggi Cerca Salta al mese

Ama il prossimo tuo

Venerdì 8 Aprile 2016, 21:00
Tipo di evento: Archivio Eventi

AMA IL PROSSIMO TUO
Spettacolo teatrale organizzato nell’ambito della rassegna Le sfide della Fede 2016 promossa da: Istituto Oblati di San Giuseppe di Asti, Progetto Culturale della Diocesi di Asti, a cura del Teatro degli Acerbi.

Di e con MARCO BALIANI

Marco Baliani si confonta con il Purgatorio “in terra” con una delle sue classiche performance: un misto di racconto e letture, prendendo spunto dalla parabola di Luca “Ama il prossimo tuo” per esplorare poi testi di Vittorini, Maaluf, Todorov e altri.

Marco Baliani è uno dei più originali esponenti del panorama teatrale italiano e fra i più noti rappresentanti del teatro di narrazione. Nota la sua capacità di emozionare, di arrivare al cuore, di creare teatro con la sola forza dell’affabulazione, vestito sempre allo stesso modo, di nero, con una sedia come unica concessione scenografica.

“A partire dalla parabola del buon samaritano tratta dal vangelo di Luca, voglio provare a riflettere su alcune parole che quella parabola porta con sé, come “compatire” o “amare”, ma sopratutto vorrei indagare la parola “prossimo” costruendovi intorno una sorta di caleidoscopio di altre storie, frammenti di altre narrazioni, letture, fiabe, miti, leggende, legate tra loro da digressioni, pensieri, resoconti di personali esperienze.

Toccare il tema del prossimo vuol dire esplorare anche la nostra concezione di identità, il rapporto con “l’altro”, il diverso, lo straniero.

Narrando storie, diceva Ernst Bloch, si può anche tentare una filosofia, far nascere un pensiero inaspettato, collegare o scoprire significati nascosti.

Ogni racconto contiene misteri e consigli segreti, e l’arte del racconto sta tutta nel porgerli all’orecchio dell’ascoltatore senza mai segnalarli troppo, svelando via via un percorso, e un disegno, che deve stupire in primo luogo lo stesso raccontatore”. Marco Baliani


Ingresso libero

Luogo : Spazio San Giovanni, via Natta 36, Asti
Contatto : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

indietro