Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione.
Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa.
Continuando la navigazione o chiudendo questo banner acconsenti all’utilizzo dei cookie.

Baldino da Surso - Coro del Duomo di Asti Cripta della chiesa di San Giovanni
Visualizza per anno Visualizza per mese Visualizza per settimana Visualizza oggi Cerca Salta al mese

La Via della Misericordia

Da Sabato 1 Ottobre 2016
a Domenica 20 Novembre 2016
Tipo di evento: Archivio Eventi

LA VIA DELLA MISERICORDIA
Sguardi del Contemporaneo


E. Guglielminetti, La MisericordiaMostra collettiva
Inaugurazione: Venerdì 30 settembre, ore 17,30

Il Museo Diocesano San Giovanni di Asti propone, in occasione del Giubileo Straordinario di Papa Francesco, la mostra “La Via della Misericordia. Sguardi del Contemporaneo”. L’esposizione rientra nel progetto di quadrante 2016 di Città e Cattedrali “Pellegrinando nell’anno della Misericordia” che vede coinvolte le diocesi di Asti, Acqui, Alessandria, Casale e Tortona. L’idea della mostra nasce come ripresa dei temi proposti dal X Convegno AMEI (Associazione Musei Ecclesiastici Italiani) “I Musei ecclesiastici di fronte alla sfida del Contemporaneo” tenutosi a Palermo e Monreale nel novembre 2015.

Il progetto espositivo propone un percorso di riflessione segnico-plastica sulle opere di misericordia corporale, dove gli artisti astigiani invitati alla rassegna pongono la propria arte quale presupposto su cui costruire una rinnovata e cosciente affermazione di fondamentali valori morali, punti cardine per quella che è definita società civile del terzo millennio.

Le opere in mostra sono: Isabel Böhlen Distretti, Dar da mangiare agli affamati - Ingeborgh Matschke, Dar da bere agli assetati - Paolo Fresu, Vestire gli ignudi - Giancarlo Ferraris, Alloggiare i pellegrini - Giovanni Buoso, Visitare gli infermi - Giulio Lucente, Visitare i carcerati - Sergio Omedé, Seppellire i morti. Chiude il percorso espositivo un’ottava opera, La Misericordia del maestro astigiano Eugenio Guglielminetti, scomparso nel 2006. Questa scultura, realizzata dall’artista nel 1982, evoca, nel nitore dell’intersecarsi dei volumi, l’idea di un intenso abbraccio.

L’itinerario espositivo è arricchito da un corpo di opere realizzate dal Laboratorio artistico della Casa di Reclusione di Asti Quarto: una ventina di lavori racconteranno, partendo dalla rivisitazione della tela Le sette opere di Misericordia di Caravaggio, la riflessione che i detenuti hanno elaborato su questo tema essenziale per il mondo cristiano e l’umanità tutta.


La mostra, organizzata dal Museo Diocesano San Giovanni e dalla Caritas Diocesana di Asti, è curata da Clizia Orlando e Stefano Zecchino. Resterà aperta al pubblico da sabato 1 ottobre a domenica 20 novembre 2016 con il seguente orario: venerdì ore 15-18, sabato e domenica 9,30-13 / 15-18, nei restanti giorni della settimana su prenotazione.

Per tutta la durata dell’evento l’ingresso al Museo Diocesano sarà con offerta libera. Tutte le donazioni raccolte saranno devolute al Centro diurno per senza dimora di Asti gestito dalla Caritas Diocesana.

Luogo : Spazio San Giovanni, via Natta 36, Asti
Contatto : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

indietro